AIP aderisce a 

IFF firma.png
LogoConfcommercio_b100.png
confindustriaMan.png
LogoAicePositivo.png

AIP - Associazione Italiana Pellicceria
Via A. Riva Villasanta, 3 - 20145 MILANO Tel. +39/02.798115 - Fax +39/02.76021349  e-mail: nazionale@aip.it   CF 80057450159     

© 2018 by AIP

BREVE GUIDA SUI DIVERSI TIPI DI PELLI

Castorino o nutria

Il nome non deve trarre in inganno: questa pelliccia non ha nulla a che vedere con quella di castoro. La pelliccia di nutria, comunemente chiamata di castorino, si trova soprattutto rasata e tinta, anche se è possibile trovare in commercio capi, soprattutto molto sportivi, a pelo lungo e nel colore naturale (marrone rossiccio).
Castoro
Il suo colore varia dal marrone chiaro a quello scuro; si trova sul mercato nei vari tipi: naturale (detto spitz); rasato; rasato e tinto. Il castoro proviene soprattutto dal Canada e dagli USA.
Cincilla
Ha pelo finissimo e morbido come la seta, con una bella tinta grigio perla e riflessi argentei, molto più scuro sul dorso e con tonalità più chiare sui fianchi, fino ad arrivare al quasi bianco sul ventre. Le pelli sono molto leggere e delicate e richiedono una particolare cura nella concia; quelle che non sono perfette di colore vengono ritoccate e azzurrate e oggi anche tinte su richiesta della moda (soprattutto nei toni del marrone).
Ermellino
Un tempo era la pelliccia dei re; oggi la sua delicatezza e la sua raffinatezza la rendono adatta per la confezione di capi da sera. L'ermellino più richiesto è quello nella mutazione invernale (bianco con la punta della coda nera): la mutazione estiva è beige.
Lapin
Ovvero coniglio: il pelo è più o meno folto, a seconda della provenienza. Le pelli migliori sono adatte a essere rasate e tinte, a imitazione di castori e castorini. i tipi più leggeri e con poca lana vengono usati a pelo lungo per guarnizioni, per interni o per pellicce molto economiche, che abilità e inventiva dei pellicciai hanno saputo trasformare in capi divertenti, giovani e originali.
Lince
Le pelli più pregiate sono di origine russa: per le pellicce luxury viene in genere utilizzata solo la pancia, dal pelo lungo e soffice, bianco candido appena maculato. Il dorso è rossiccio e viene utilizzato per capi meno esclusivi. Sul mercato esiste anche la lince canadese, che si differenzia dalla russa per il colore bianco argenteo, per le macchie meno vive della pancia e per il grigio più o meno intenso del dorso (quest’ultimo, se utilizzato, rende il capo meno costoso).
Martora
E’ un mustelide, come il visone e lo zibellino. Ha pelliccia marrone morbida e setosa. La martora canadese è detta anche "zibellino canadese" per sottolinearne la preziosità: le nuoance del manto vanno  dal marrone scuro fino al biondo dorato.
Montone
Il montone è un prodotto conosciutissimo, pratico, giovane e sportivo. Il montone che troviamo sul mercato è ottenuto in conceria con uno specifico procedimento di scamosciatura o nappatura del lato cuoio della pelle di pecora.
Pekan
Una pelliccia dal pelo folto e setoso,  di buona lunghezza. Marrone di base, ha tonalità che variano dal chiaro argenteo al quasi nero. Il colore contribuisce a determinare il prezzo: le pelli bruno-acciaio o argentate sono preferite a quelle con riflessi rossastri o giallastri.
Persiano
Le qualità disponibili in commercio sono molte: da quello a pelo lungo a quello rasato in colori naturali o fashion, a tinta unita o a stampa (a disegno fantasia o  a imitazione delle pellicce più pregiate). Fra i persiani più noti ricordiamo il karakul: si trova nei seguenti colori naturali: nero. grigio, marrone. bianco, a macchie bianche e nere o bianche e marroni. Viene spesso tinto in moltissimi colori moda. Dal disegno del pelo se ne distingue la provenienza:
- quello africano (il Marchio è Swakara) è più piatto, a disegno ondulato o marezzato e più leggero di cuoio
- quello russo (il Marchio è Bukhara) ha pelo più riccioluto e stretto;
- quello afgano, simile al russo ma di taglia più grande.
Il breitschwanz: l'agnello karakul di migliore qualità, una pelliccia per le occasioni più eleganti: ha cuoio leggerissimo e pelo lucido come seta, corto e piattissimo. I suoi colori naturali sono il nero, il grigio e il marrone
Petit-gris
Una pelliccia dal pelo medio-basso, morbido e leggero, lavorato sempre a pelle intera. Per le confezioni sii utilizza solo il dorso. Con le pance e i fianchi si confezionano tavole, proposte con il nome di "vajo", normalmente impiegate per interni: solo se di ottima qualità, queste ultime possono essere usate per la confezione di pellicce leggere.
Rat musqué
Una pelliccia in colore variante dal marrone chiaro al beige/grigiastro. I fianchi e la pancia hanno pelo più corto ed è questa la ragione per cui il rat musqué si trova quasi sempre in commercio nelle due parti ben distinte: pelliccia di dorsi e pelliccia di pance. Queste ultime possono essere usate al naturale o rasate fino a sembrare velluto, stampate e tinte per pellicce a tutta moda.  I dorsi sono di frequente tinti nel colore marrone-visone e lavorati a trasporto.
Tanuky, Murmanski, Finnracoon
Una pelliccia dal pelo lungo, forte e resistente. Una pelliccia pesante e di grande volume, che in generale viene lavorata filettata, per essere rese più leggera. Viene impiegata soprattutto per le guarnizioni dei cappucci dei parka.
Visone
La più richiesta fra le pelli da pellicceria. Se selvatico è di colore tabacco, variante sino al biondo a seconda della provenienza. Se d'allevamento (e queste pelli coprono ormai per il 98% il mercato) presenta una vasta gamma di toni naturali: si passa dal bianco al nero, attraverso tutta una gamma di sfumature beige, grigie, rosate e violette. Il più diffuso e richiesto è il visone d'allevamento che nel colore più si avvicina al selvatico: è denominato - a seconda del Paese di provenienza - "Demi buff" in Canada e in Russia, "Lunaraine" e "Ranch Wild" in America, "Scanbrown" in Scandinava.
Volpe
Ha pelo lungo, folto e setoso. I suoi colori sono frutto dell'allevamento e di mutazioni volutamente ottenute dagli incroci: la più famosa è la cosiddetta volpe argentata (platinata e croisé ne sono successive selezioni). Gli allevamenti scandinavi producono oggi, ma in quantità limitata, anche volpi di mutazione che, in base al colore, prendono bellissimi nomi di fantasia come Northern Light, Golden lsland, Fawn Light e Sun Glo, tutte con fondo chiarissimo e venatura centrale nei toni marrone-beige dorato.
Zibellino
Ha provenienza esclusivamente russa ed è la pelle più pregiata in pellicceria. Ha pelo folto e setoso, molto pieno, di colore marrone con qualche "filo" bianco che dà alle pelli una leggerissima argentatura. A seconda della provenienza può essere più o meno scuro; le tonalità vanno dal quasi nero al biondo dorato. Gli zibellini più preziosi sono i Bargusinski e gli Jakutsky.